http://www.dantesrestaurants.it/wp-content/uploads/2018/01/cantucci_trasp_02-e1518191093882.png

Composti dagli scarti dei biscotti che il panettiere preparava per le persone facoltose, i cantucci si diffusero come dolce della domenica delle famiglie contadine. Poveri, ma boni, furono consacrati definitivamente nel 1691 dall’Accademia della Crusca che definì il cantuccio un “biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d’uovo“. In seguito arrivarono anche le mandorle e ancora oggi sono considerati il fiore all’occhiello della tradizione dolciaria toscana.